Tirino: il gioiello turchese d’Abruzzo

Un angolo di paradiso incontaminato, un’acqua limpidissima, degna delle più belle cartoline. E per i più coraggiosi, un tuffo nelle gelide acque del fiume più limpido d’Europa.

 

L’azzurro, insieme a tutte le sue varianti, è sempre stato il mio colore preferito. Il cielo, i mari, i fiumi, i laghi, i ghiacciai. Blu è la mia pietra preferita, il turchese. E’ il colore della calma e dell’equilibrio, e ha la capacità di abbassare il ritmo cardiaco e la pressione. E’ il colore di chi non ama il caos, e nell’antichità era considerato il colore degli dei.

Peccato aver scoperto un po’ tardi (ma meglio tardi che mai) che le acque più turchesi e trasparenti d’Europa ce le ho praticamente sotto casa, a due passi dalla mia città.

Sto parlando del Fiume Tirino, un piccolo affluente del fiume Pescara. Si tratta davvero di un gioiello nel cuore d’Abruzzo, le cui acque azzurre e cristalline non possono non farvi restare a bocca aperta e farvi innamorare. Non a caso viene indicato come il fiume più limpido d’Europa.

Una giornata lungo le sponde di questa meraviglia non può mancare nella lista dei posti che vanno visitati almeno una volta. Impossibile non essere travolti da quel senso di pace e tranquillità, sotto l’ombra e le fronde degli alberi, le tonalità di blu, azzurro e verde delle acque, lasciarsi trasportare dalla corrente del fiume, seduti comodamente su una canoa. Da tutte quelle sue unicità, i mille lati di una stessa medaglia.

La meta ideale per staccare completamente dal tran-tran della vita quotidiana ed immergersi completamente tra le braccia di questo angolo di paradiso e lasciarsi coccolare soltanto dalla più incontaminata natura.

Ci si arriva facilmente percorrendo l’autostrada A-25 Roma-Pescara e prendendo l’uscita Bussi-Popoli, e proseguendo in direzione Capestrano (Aq), distante solo pochi minuti.

È proprio qui che è possibile rivolgersi al centro visite Il Bosso ( https://www.ilbosso.com/ ), una società cooperativa del settore dell’ambiente, responsabile di una vasta gamma di attività che è possibile svolgere nell’area del Tirino. Escursionismo, Canoa, Mountain Bike, Soggiorni Natura, sono alcune delle attività che il centro è in grado di offrire.

Le attività vengono svolte durante la maggior parte dell’anno, anche nel periodo invernale. Ad ogni modo meglio informarsi preventivamente a riguardo, non solo per verificare quali siano le attività a disposizione in un determinato periodo, ma anche per verificare la disponibilità dei posti per i partecipanti.

Particolarmente per le attività in canoa (la mia preferita) e soprattutto nel periodo primaverile/estivo, vi consiglio di prenotare e confermare la vostra partecipazione con qualche giorno di anticipo, poiché in alta stagione è parecchio difficile trovare posti liberi senza aver prima prenotato. E non è difficile capire il perché.

Una volta a bordo della canoa, scivolerete sulla superficie delle acque del Tirino, che hanno formato un vero e proprio Eden, poiché le acque che regala la sorgente nel sottosuolo creano uno scenario raro se non unico.

( Guarda il video su Instagram )

(Guarda il video su Instagram )

 

La prima metà del giro in canoa prevede la risalita del fiume, vale a dire che è necessario remare controcorrente in maniera costante, ma non temete perché la portata del fiume non è eccessiva dunque non sarà necessario nessuno sforzo eccessivo.

Per i più coraggiosi, o incoscienti, dipende dai punti di vista, è possibile anche fare un tuffo nelle gelide acque del fiume, che ha una temperatura costante di circa 10 gradi centigradi in qualunque periodo dell’anno. Io ovviamente non sono riuscito a resistere e mi sono tuffato (seppur dopo mille ripensamenti). Devo ammettere che il primo impatto con l’acqua è abbastanza traumatico e spezza il respiro, ma dopo pochi secondi ci si abitua alle basse temperature, ed è veramente un’esperienza che consiglio di fare.

La seconda parte dell’escursione in canoa è sicuramente quella più rilassante, poiché si percorre il percorso in senso opposto, dunque non ci si muove più controcorrente e si può lasciarsi trasportare lentamente dalla corrente del fiume, in un’atmosfera surreale, in cui gli unici rumori che sentirete sono quelli della natura, godendovi momenti di pace in un ambiente che più tranquillo non si può.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: